1

Pescicoltura Travasoni Azienda Agricola

 

 

Travasoni Ittica

Home
Chi siamo
Allevamento
Specie ittiche
Tecniche di pesca
Pesca sportiva
Fauna
Dove siamo
Contatti
 


 

 

Carpa, Carpa erbivora, Carassio
(Ciprinidi)

  Foto di carpe, carpe erbivore e carassio
(Fare click sulle foto per ingrandire)

La famiglia dei Ciprinidi oltre duemila specie di pesci che vivono nelle acque dolci dell'Africa, e in gran parte dei paesi europei, asiatici e del  continente nordamericano. La maggior parte di loro hanno un paio di barbigli ("baffi") e l'identificazione della sottospecie viene effettuata anche sulla base della mancanza di denti, alla quale sopperiscono triturando il cibo con le ossa della faringe.

bullet

La carpa è un pesce dal corpo lungo, ovale e completamente ricoperto di scaglie bronzo-dorate. Di origine orientale è stata introdotta in Italia presumibilmente in epoca romana, predilige le acque lente o addirittura ferme, con fondo fangoso e ricco di vegetazione. Della famiglia dei Ciprinidi la carpa è quella che raggiunge le dimensioni maggiori: nei ceppi selvatici sono stati raggiunti pesi considerevoli di 18-20 kg, come ad esempio nelle valli naturali interne (valli di Argenta e Campotto) oppure nel fiume Po; negli allevamenti invece il peso massimo raggiungibile è di 6-8 kg, sia per motivi di costi che di tempo per l'accrescimento.

bullet

La carpa erbivora o amur è una specie di taglia grande, corpo robusto, affusolato e totalmente coperto da squame con una linea più dorata lungo i fianchi. Raggiunge dimensioni pari a quelle della carpa, vive nelle acque di pianura e, come lei, può sopportare anche un certo grado di salinità, con la differenza che poi non riesce più a riadattarsi alle acque dolci. Viene spesso inserita in ambienti biologici per limitare la flora spontanea in quanto si ciba soprattutto di canne palustri, che spezza alla base attraverso una specie di rostro presente nell’apparato boccale. E’ un pesce molto combattivo e per questo particolarmente apprezzato da chi pratica la pesca sportiva.

bullet

Il carassio è una specie di origine asiatica che si è diffusa sempre più in anni recenti nei corsi di acqua dolce della Pianura Padana. Ha un corpo allungato che poi, invecchiando, diventa più tozzo, di colore argentato sul dorso con pinne rosse, e senza barbigli ("baffi"). Predilige le acque lente, ferme e i laghi, dotato di una buona resistenza in quanto sopporta bene sia la scarsità di ossigeno che gli sbalzi di temperatura.

 

Precedente Home Successiva

 

Progetto e realizzazione: Pescicoltura Travasoni